domenica 20 marzo 2016

LE GIORNATE FAI DI PRIMAVERA

Il FAI è il Fondo Ambiente Italiano che si occupa  quotidianamente di tutelare e valorizzare il patrimonio d'arte e di natura italiano.

logo

Da 40 anni opera per dare concretezza all'articolo 9 della nostra bellissima costituzione:
 “La Repubblica tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione”
ed ha lo scopo di proteggere per noi e per i nostri figli un patrimonio unico al mondo che appartiene a ciascuno di noi.



Da ben 24 anni organizza ogni anno a primavera le "Giornate FAI di primavera", nelle quali si possono ammirare oltre 900 luoghi speciali in tutta Italia: un bel modo per risvegliarsi dall'inverno!


Oggi noi abbiamo deciso di partecipare e di passare il pomeriggio nel bel borgo di Terlago.

Al nostro arrivo siamo stati accolti dai volontari FAI che ci hanno dato tutte le indicazioni per seguire le visite guidate.

Le visite sono gratuite, ma un piccolo contributo a partire da 3 euro è consigliato.

Cominiciamo la nostra visita dal parco del castello, solitamente chiuso perchè residenza privata.









Con felicità scopriamo che i cani sono ammessi e che quindi oggi Oliver può passare il pomeriggio con noi!



La visita guidata dura circa una quarantina di minuti ed è molto interessante.
Ci fa scoprire un luogo incantevole del quale ignoravamo l'esistenza.

Gabriele e Alessandro si avventurano anche nella visita alla chiesa di San Andrea mentre io aspetto fuori con Oliver e Giulio, che inizia ad essere un pò stanco.

Dopo tutta questa cultura ci vuole una sosta al parco giochi.

E' il momento di fare merenda, giocare, tirare due calci al pallone ed incontrare nuovi amici.

  

  

Prima di tornare a casa ci fermiamo anche all'ultimo sito: la chiesetta di San Pantaleone, che si trova su uno sperone proprio sulla strada che conduce al paese.



La chiesetta è davvero molto bella e particolare, recentemente ristrutturata dall'amministrazione provinciale.

Il suo interno è piuttosto spoglio ma comunque molto interessante. 
Di grande bellezza sono gli affreschi cinquecenteschi della volta, ad opera del vicentino Francesco Verla.
Anche qui la visita guidata di una mezzoretta è stata appassionante.

Per concludere la giornata ci sarebbe stata bene una passeggiata al lago, purtroppo non abbiamo fatto in tempo, ma sicuramente ci sarà un'altra occasione!

Un grazie particolare alla delegazione FAI di Trento e soprattutto ai bravissimi volontari che con il cuore hanno dedicato il loro fine settimana a raccontarci la vita di questi luoghi così belli.

Per avere ulteriori informazioni sul FAI, conoscere i beni in tutela, le aperture straordinarie ed eventualmente avere informazioni su come sostenerlo potete visitare il sito https://www.fondoambiente.it